La leggenda della Torre degli Asinelli

La leggenda della Torre degli Asinelli

 La Torre degli Asinelli è la torre medioevale più alta d’Italia e simbolo della città di Bologna. Conoscete la sua affascinante leggenda?

C’era una volta un contadino molto povero, così povero che possedeva solo due asinelli.

Il contadino lavorava tutto il giorno tutti i giorni, aiutato solo dai suoi due asinelli e spinto dall’amore per la sua famiglia. Il contadino sognava un futuro roseo per la moglie e il suo unico figlio.

Un giorno mentre lavorava nei campi, i due asinelli cominciarono a scalciare e a battere gli zoccoli in un preciso punto del terreno. Il contadino non riuscendo a placarli, capì che forse doveva assecondarli e cominciò a scavare proprio lì, dove gli asinelli scalciavano.

La sorpresa fu enorme: un baule pieno di monete d’oro, d’argento e pietre preziose, il ricchissimo tesoro degli Asinelli.

Con grande giudizio, il contadino non svelò il suo segreto a nessuno e quel denaro fu usato solo per far studiare il suo figliolo.

Un giorno, come in tutte le leggende degne di rispetto, il figlio del contadino si innamorò della figlia del Comandante della Piazza.

L’amore fu subito ricambiato e i due giovani felici e innamorati sognavano un futuro insieme. Ma alla richiesta di matrimonio, il padre della fanciulla scoppiò a ridere: come poteva un povero figlio di contadino sposare la ragazza più ricca della città?

Allora il Comandante della Piazza lanciò una sfida al giovane: avrebbe concesso la mano di sua figlia solo se avesse costruito la torre più alta della città! Una mossa astuta per allontanare figlio di un povero contadino dalla sua figliola.

Sconsolato, il giovane né parlo con il padre, il quale capì che era giunto il momento di svelare il suo “tesoro” e nel giro di pochi mesi a Bologna fu costruita la torre più alta della città: la Torre degli Asinelli!

Vinta la sfida, il giovane sposò la figlia del Comandante della Piazza e…. vissero felici e contenti!

Torre degli Asinelli

Torre deli Asinelli

La leggenda della Torre degli Asinelli

In realtà la storia della Torre degli Asinelli e della sua “vicina” la Garisenda è una storia legata al Medioevo, quando le ricche famiglie erigevano torri a rappresentare la loro potenza.

La Torre degli Asinelli fu costruita intorno al 1109-1119 dall’omonima famiglia ed è alta 97,20 metri con 498 scalini.

La Garisenda invece inizialmente era alta 60 metri poi per un crollo delle fondamenta fu abbassata e oggi ne misura solo 47. Per la sua forte pendenza la torre non è aperta al pubblico.

Se invece volete vivere in prima persona la leggenda della Torre degli Asinelli, l’ingresso è aperto al pubblico a soli 3 €.

Ecco gli orari di apertura:

Dal 1 al 31 ottobre: 9.00 – 18.00. Dal 1 novembre al 1 marzo 2016: 9.00 – 17.00, ma per gli aggiornamenti visitate il sito di Bologna Welcome.

2 thoughts on “La leggenda della Torre degli Asinelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *